Pagine

Lettori fissi

Si è verificato un errore nel gadget

Se ti va condividi

venerdì 29 aprile 2011

Sarde a beccafico

E' il piatto preferito del Commissario Montalbano, Che ne fa scorpacciate nella trattoria di Vigàta, come biasimarlo? Un ottimo secondo  con un pesce "povero" come la sarda ma dal gusto ricco, non si può non amarne il sapore.

Ingredienti per 4 persone

1 kg di sarde
300 g di acciughe sotto sale
30 g di uvetta
30 g di pinoli
70 g di pangrattato
4 foglie di alloro
prezzemolo
olio extravergine d'oliva

Pulite le sarde ed evisceratele; eliminate testa, coda, lisca e pinne, sciacquatele ed apritele a libro.
Sciacquate bene le acciughe, levate le lische e tritatele finemente.
Scaldate 3 cucchiai di olio e fateci tostare il pangrattato. Amalgamatelo con le acciughe, il prezzemolo, i pinoli, l'uvetta (precedentemente ammollata in acqua e poi strizzata).
Spalmate il composto sulle sarde, arrotolatele, fissatele con gli stecchini e adagiatele in una pirofila. Cospargetele con l'alloro spezzettato, bagnate con un filo di olio d'oliva e spolverizzatele con il pangrattato.
Cuocete in forno ben caldo per 30 minuti e servite.

Gnocchi di semolino al prosciutto cotto

 Ieri ho portato a lavare la trapunta alla lavanderia a gettoni. Mentre aspettavo mi è capitato tra le mani un numero di "Confidenze" di qualche mese fa. C'era questa ricetta e ho deciso subito che sarebbe stata la nostra cena. Non è proprio fedele a quella del giornale, ho apportato delle modifiche e cambiato qualche ingrediente ma con risultati soddisfacenti.

Ingredienti per 4/6 persone

1 l di latte parzialmente scremato
250 g di semolino
100 g di margarina
100 g di formaggio grattuggiato
100 g di prosciutto cotto
2 cucchiaini di sale
2 foglie di erba salvia
noce moscata

fate bollire il latte in una pentola e aggiungete il sale; a questo punto versate il semolino a pioggia e girate di continuo affinchè non si creino grumi.
Dopo pochissimi minuti togliete dal fuoco e incorporate metà margarina a fiocchetti, metà formaggio, una grattata di noce moscata e il prosciutto che avrete tritato finemente.

Versate il composto su un foglio di carta forno che avrete bagnato e strizzato e spianatelo. Fate raffreddare e con una formina da biscotti o un bicchiere ricavare tanti dischetti (mi raccomando reimpastare i ritagli ed utilizzateli). Riponete gli gnocchi in una pirofila imburrata, a file sovrapposte, spruzzate il restante formaggio sopra e irrorate con il resto della margarina, sciolta insieme alle foglie di salvia.

Infornate a 200° pe una ventina di minuti.

mercoledì 27 aprile 2011

Gnocchi e verdurine affumicate

E' il prosciutto di praga a dare il gusto affumicato a questi gnocchi, che abbinato alla delicatezza delle verdure leggermente stufate crea un contrasto piacevole al palato.

Ingredienti per 4 persone

1 kg di gnocchi di patate
1 peperone giallo
1 peperone rosso
1 peperone verde
1 cipolla bianca piccola
1 porro
1 etto di prosciutto di praga (una fetta)
sale
olio extravergine d'oliva

In un tegame fate saltare il prosciutto tagliato a dadini con l'olio d'oliva, aggiungete la verdura affettata fine e cuocete a fuoco vivo per qualche minuto, salate a vostro gusto e abbassate il fuoco lasciando stufare.

Una volta scolati i gnocchi fateli saltare in padella insieme al condimento e servite con una bella grattata di formaggio, io ho scelto il pecorino romano.

martedì 26 aprile 2011

Penne tiepide tricolore


Tiepido perchè il piatto  ha un condimento freddo , quindi, per forza di cose non avremo il piatto fumante in tavola. Un modo per non soffrire il cando senza rinunciare a una bella pastasciutta e di contro, per gustare un insalata di pasta per chi, come me odia mangiarla fredda.

Questo piatto decisamente estivo lo faceva sempre l'amica Clara e anche se non ci frequentiamo più da anni mi è rimasta la ricetta, che ogni tanto a casa ripropongo.

Ci vogliono 5 minuti per preparare il condimento e il tempo che la pasta sia cotta.

Ingredienti per 4 persone

300 g di pennette
3 pomodori maturi
5 foglie di basilico
1 mozzarella
olioextravergine d'oliva
sale
pepe

In un contenitore abbastanza grande mettete i pomodori e la mozzarella tagliati a piccoli cubetti. Salate e pepate e date una bella girata d'olio, secondo il vostro gusto e mescolate tutto con un cucchiaio. Alla fine spezzettate grossolanamente il basilico con le mani e aggiungetelo al resto degli ingredienti.

Una volta scolate le pennette e versatele nella terrina del condimento, mischiate e servite immediatamente, prima che si freddi del tutto.

sabato 23 aprile 2011

Palline pane e cioccolato

Giuro che non mi sarei mai aspettata un risultato tanto soddisfacente da un dolce fatto con il pane avanzato invece, eccole qua queste praline davvero speciali.

Ingredienti

150 g di pane raffermo
1 tazzina da caffè di cacaco amaro
2 tazzine di zucchero
2 tazzine di bagnadolci al rhum
100 g di margarina
1 cucchiaio di olio di semi
cocco disidratato e cacao amaro per guarnire

In un mixer sminuzzate il pane e aggiungete il cacao e lo zucchero. unite il liquido al rhum e la margarina sciolta, infine l'olio di semi.

Andate a formare delle palline e passatene metà nel cocco l'altra metà nel cacao.

Dopo qualche ora di frigo servite, sarà un successone!

venerdì 22 aprile 2011

Patatine pancettate


Le patate si possono cucinare in un milione di modi e questa è una ricetta che vale la pena di provare. Un' alternativa alle solite patate al forno che accompagnano gli arrosti.

Ingredienti

15 patate piccole (non necessariamente le novelle)
1 etto di pancetta
10 foglie di erba salvia
olio di semi
burro
sale
pepe

Lessate le patate e una volta sbucciate tagliatele a metà. Con un cucchiaio scavate un buchino e conservate la polpa, che andrete a unire a 2/3 cucchiai d'olio, la salvia tritata, sale e pepe, creando una cremina.
Riempite le patate con il composto e aggiungete un riccioliono di burro, richiudetele e avvolgetele nella pancetta. Io ho trovato della pancetta agliata, che mi piace da impazzire ma per chi non è amante dell'agio va bene anche quella normale.

Infornate a 200° per 20 minuti e servite caldo.

mercoledì 20 aprile 2011

Asparagi con salsa all'uovo


Ieri pomeriggio ho provato a chiedere qualche consiglio in Facebook su come cucinare gli asparagi ma non ho avuto molto successo allora, a parte il solito occhio di bue da metterci vicino ho preparato la salsa all'uovo.

Gli Asparagi li ho puliti e poi li ho cotti al vapore invece di lessarli, hanno conservato tutto il sapore e a quel punto il sale è diventato superfluo, così come lo è per la preparazione della salsa.

Prendete il rosso di due uova sode e schiacciatelo fino ad ottenere una poltiglia farinosa, aggiungete due cucchiai di senape, un cucchiaio di aceto e mescolate. a questo punto unite due cucchiai di olio d'oliva un cucchiaio di acqua ben calda e continuate a mescolare. Quando avrete ottenuto una salsa corposa mettete in frigo a riposare e infine, servitela come accompagnamento per gli asparagi.

martedì 19 aprile 2011

Risotto alla salsiccia

Ci vuole davvero poco per questo risotto e la resa è sorprendente. A casa mia si fa sempre il bis.

Ingredienti

300 g di riso arborio (o riso per risotti in genere)
300 g di salsiccia
2/3 foglie di salvia
1 barattolo di polpa di pomodoro
olio extravergine d'oliva
brodo vegetale
sale e pepe
1 noce di burro
parmigiano o grana

in una padella, versate un pò di olio e fate rosolare la salsiccia, che avrete spellato e sminuzzerete con la forchetta, aggiungete la salvia per profumare, salate e pepate.
Buttate nel tegame il riso e lasciatelo tostare per qualche minuto, a questo punto aggiungete il pomodoro e gradualmente il brodo fino a quando il riso non sara cotto, girandolo costantemente.

A fine cottura mantecate con una noce di burro e una generosa spruzzata di formaggio grattuggiato.

lunedì 18 aprile 2011

Fusilli pesto e gamberi

Sabato abbiamo comprato 1 kg di gamberi freschi, metà sono serviti per l'antipasto il resto per questo delizioso primo piatto.

Ingredienti per il condimento

1/2 kg di gamberi
1 zucchina
1 pomodoro maturo
vino bianco
1 cucchiaio abbondante di pesto
olio extravergne d'oliva
1 spicchio d'aglio
brodo granulare di pesce
sale
pepe

In una padella capiente mettete dell'olio d'oliva e fate saltare i gamberi privati della testa e ben puliti, aggiungete l'aglio tritato finemente, il pomodoro a cubetti e un pò di brodo granulare per esaltare il sapore del pesce, salate e pepate a piacere. Date una spruzzata di vino bianco e una volta fatto evaporare aggiungete qalche filo di zucchina tagliato alla julienne (utilizzate la parte della buccia). Spegnete il fuoco e lasciate riposare.

Una volta scolata la pasta potete farla saltare nella padella del sughetto. Prima di servire aggiungete un cucchiaio di pesto, darà quel tocco in più al piatto.

Gamberi alla catalana

 Quando cucina il mio fidanzato è tutta un'altra cosa, le pietanze sono più gustose e il loro aspetto decisamente più gradevole alla vista. Fortunatamente non custodisce gelosamente i suoi segreti, gli piace dividerli con me, come in questo caso.



Ingredienti:

1/2 Kg di gamberi
1 pomodoro maturo
1/2 cipolla bianca (piccola)
olio extravergine d'oliva
il succo di 1 limone
basilico
sale
pepe

Versate in una ciotola 4/5 cucchiai di olio, aggiungete il pomodoro a cubetti, la cipolla tagliata a stricioline molto  fini e il basilico tritato grossolanamente, salate e pepate, a questo punto emulsionate il tutto.

Sgusciate, private delle teste e pulite i gamberi e metteteli in acqua bollente per 5 minuti al massimo.
Mettete i gamberi ancora caldi nella ciotola e spruzzateci il succo di limone.

Servite tiepidi.

venerdì 15 aprile 2011

Triangolini con sorpresa al lampone


In questi giorni non ho gran tempo per cucinare, troppi impegni ma oggi un angolino per preparare la merenda me lo sono ritagliato.

Qualcosa di veloce e poco impegnativo che però fa la sua scena.

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
confettura di lampone (meglio se senza zuccheri aggiunti)
pinoli

Ricavate dei quadratini con la sfoglia e metteteci mezzo cucchiaino di confettura in un angolo. Chiudete bene formando dei triangoli e sistemateci sopra un pinolo come guarnizione.
Infornate a 180° per 20 minuti ed ecco pronta la merenda.

martedì 12 aprile 2011

Tartine con crema di tonno

Per un aperitivo a casa, improvvisato all'ultimo momento bastano so tre cose:

Una scatoletta di tonno (possibilmente al naturale)
Una confezione di formaggio spalmabile (tipo philadelphia)
Pane per tramezzini (o pancarré al quale taglieremo i bordi)

Amalgamiamo il philadelphia e il tonno in modo da formare una crema e poi spalmiamola sui quadrotti di pane. Per guarnire seguiamo la fantasia, io ho usato pomodorini e olive snocciolate, ma possiamo anche sbizzarrirci.

lunedì 11 aprile 2011

torta all'ananas caramellato

Fare questa torta è facile quanto una torta di mele classica, la particolarità è solo la base di caramello.

Ingredienti

10 fette di ananas fresco e altre 5 da tagliare a cubetti
250 g di farina
100 g di zucchero
120 g di burro
1/2 bicchiere di latte
3 uova una busta di vanillina
1/2 busta di lievito per dolci

Per il caramello

80 g di zucchero
20 g di burro
1 bicchiere d'acqua

Per prima cosa prepariamo il caramello facendo sciogliere il burro, lo zucchero e aggiungendo l'acqua. Quando avra un colorito marroncino (attenti a non bruciarlo), stendetelo sul fondo di una tortiera che avrete rivestito di carta forno. Appoggiate le fette di ananas sul caramello a cerchi concentrici. Per l'impasto amalgamate bene tutti gli ingredienti partendo dal burro fusso, lo zucchero, poi le uova, la farina, la vanillina il lievito e il latte. Quando avrete ottenuto un composto cremoso aggiungete l'anana a dadini e mescolate. Versate l'impasto nella tortiera e mettete in forno a 180° per 40 minuti al massimo. Quando la torta è pront a e ancora calda, con molta attenzione rovesciatela su un piatto e togliete la carta forno, il vostro dolce è pronto per essere servito.

venerdì 8 aprile 2011

Filetto al peperone


Questa non è farina del mio sacco. Ieri sera ha cucinato il mio fidanzato, o devo dire compagno? Come si usa..

Niente male il risultato! Lui però è un cuoco di professione, non è arrangiato come me, quindi il piatto non poteva che essere buono.


Ingredienti


400g di filetto

1/4 di peperone rosso

1/4 di peperone verde

un pezzetto di cipolla

aglio (se vi piace)

una spruzzata di vino rosso

olio extravergine d'oliva

sale

pepe


fate saltare in padella la cipolla tagliata sottile con una girata di olio, aggiungete i peperoni a striscioline e infine la carne, anch'essa tagliata a straccetti. Salate e pepate a vostro gusto e a fine cottura date una spruzzata di vino rosso, una volta evaporato l'alcol se ne sentirà solo vagamente il gusto.

giovedì 7 aprile 2011

Riso patate e cozze

Sono decisamente pigra, non mi piace lavare le cozze quindi preferisco usare quelle già sgusciate anche se la ricetta ne perde in sapore. Per ovviare userò il brodo di pesce.In fin dei conti certi piatti, specialmente quelli tipici, sono un po' come i pettegolezzi: ognuno da la sua versione. ecco la mia.
Ingredienti


6 patate medie

1 cipolla

2 tazze di riso

1 confezione di cozze sgusciate (300 g)

pomodorini

prezzemolo tritato

1 spicchio d'aglio

parmigiano

pecorino

pangrattato

brodo granulare di pesce

sale

pepe

peperoncino

olio extravergine d'oliva


In due terrine andate a sistemare il riso bagnato e scolato e le patate tagliate a fette sottili; Insaporite entrambi con olio, 2 o 3 pomodorini tagliati a pezzetti, cipolla, aglio e prezzemolo tritati, una grattata di parmigiano e una di pecorino, sale, pepe e peperoncino e lasciate riposare per 10 minuti.


In una teglia mettete un pò d'olio sul fondo, sistemate uno strato di patate usandone la metà a disposizione e date una grattata dei due formaggi; fate uno stato con le cozze, uno con il riso, spolverizzate un pò di brodo granulare e ricoprite con formaggio e pangrattato; a questo punto sistemate le patate rimaste, spolverizzate con formaggio e pangrattato e ricoprite il tutto di acqua, superando leggermete la superficie.


Infornate a 200° e togliete dal forno quando l'acqua sarà asciugata e sopra sarà ben dorato.


martedì 5 aprile 2011

pasta con le polpette

Queste polpette mia mamma ce le fa da una vita. Non sono niente di eccezionale rispetto ad altre polpette, la particolarità però, che rende l'impasto delicato, è il pane bagnato nel latte.

Ingredienti

500 g di carne macinata
1 panino tipo rosetta
latte
pangrattato
1 uovo
sale
pepe
1 confezione di passata di pomodoro
olio extravergine d'oliva


preparate l'impasto delle polpette amalgamando la carne al pane precedentemente ammollato nel latte, unite l'uovo, il pangrattato, salate e pepate. Fate delle belle polpettone di circa 3 cm di diametro, fatele rosolare nell'olio caldo e copritele poi con la passata. Aggiustate di sale durante la cottura. Una volta pronto condite la pasta che avrete appena scolato, meglio se corta, con sugo e polpette. Consiglio: non ci sta male una grattata di ricotta dura.

lunedì 4 aprile 2011

Torta salata del lunedì


Il lunedì ci ritroviamo gli avanzi del weekend, magari un bel pezzo di arrosto, del formaggio, residui dell'aperitivo pre-pranzo domenicale. Il modo migliore per riutilizzarli e di fare pulizia nel frigo è proprio una bella torta salata, che sia con la sfoglia, con la pasta brisée o con quella della pizza poco importa.


Io ad esempio avevo il pollo arrosto del sabato sera, e un bel pezzo di coniglio in umido di ieri, li ho tritati insieme ad una confezione di wurstel che giravano da un pò ne frigo e ho poi messo il mix di carni in una tortiera dove avevo adagiato un rotolo di pasta brisée che mi scadeva tra due giorni; sopra o messo una mozzarella (scade oggi! per un pelo..) tagliata a cubetti, quello che avanzava di un vasetto di philadelphia, qualche pomodoro secco sminuzzato e 3/4 capperi.


Quando faccio queste cose mi sento tanto Suor Germana!

venerdì 1 aprile 2011

Muffin al cappuccino


Volevo fare i muffin al caffè, ma con il latte e una spruzzata di cacao sono diventati dei dolcetti al gusto cappuccino.


Ingredienti per 20 muffin


270 g di farina

30 g di fecola di patate

3 cucchiai di lievito vanigliato

150 g di zucchero

2 uova

100g di burro fuso

120 ml di latte

1 pizzico di sale

1 tazza piena di caffè

2 cucchiaini di cacao amaro


Mescolate il burro e lo zucchero e aggiungete le uova; unite il latte, la farina con il pizzico di sale e la fecola, il lievito il caffè e il cacao.

Ottente un composto senza grumi e a questo punto riempite dei pirottini di carta forno che andrete a mettere in forno su di una teglia a 180° per circa 17 minuti.

Fusilli Cima di rapa e salsiccia


La cima di rapa rende poco, ovvero, una volta mondata e cotta rimane poco, quindi va fatto un acquisto abbondante, mi raccomando.


Ingredienti per il condimento


2 kg di cima di rapa (da pulire)

2/3 etti di salsiccia di suino

1 spicchio d'aglio

sale

olio extravergine d'oliva


Fate imbiondire l'aglio tagliato a fettine sottili in olio d'oliva, aggiungete la salsiccia privata della pelle e schiacchiatela con una forchetta per sminuzzarla; a questo punto aggiungete le cime e salate. Mettete un coperchio sulla padella e fate andare a fuoco lento. Una volta stufata la verdura aggiustate di sale.


Scolate la pasta e fatela saltare insieme al sughetto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...